Inaugurato a Coverciano il corso UEFA A. Beretta: “Uno snodo importante nella carriera di un tecnico”

Inaugurato a Coverciano il corso UEFA A. Beretta: “Uno snodo importante nella carriera di un tecnico”

È stato inaugurato questa mattina a Coverciano il nuovo corso UEFA A, il secondo massimo livello di formazione per un allenatore. Il programma didattico prevede in totale 192 ore di lezione – in aula e sul campo – e, in caso di superamento degli esami finali, questa qualifica consentirà ai tecnici di poter guidare tutte le squadre giovanili (incluse le Primavera), tutte le squadre femminili e le prime squadre maschili fino alla Serie C. Inoltre con la qualifica UEFA A è possibile essere tesserati come allenatori in seconda in Serie A e in Serie B maschile.

“L’UEFA A – ha sottolineato il docente di riferimento di Tecnica e Tattica calcistica, Mario Beretta – è uno snodo importante, perché dà l’abilitazione a entrare nel mondo professionistico; è un momento di passaggio molto delicato”.

Gli allievi. Tra i corsisti che hanno iniziato oggi a Coverciano il loro nuovo percorso di formazione anche gli ex azzurri Alessio Cerci e Manuel Pasqual, l’ex centrocampista – tra le altre – di Juventus e Fiorentina, Ruben Olivera, e gli argentini con militanza nel nostro massimo campionato, Herman Paolo Dellafiore ed Ezequiel Carboni.

L’elenco completo

Simone Battistelli, Mattia Bernardi, Alessandro Bruno, Ezequiel Alejo Carboni, Massimo Carli, Pietro Paolo Carolei, Luca Ceccarelli, Alessio Cerci, Tommaso Roberto Coletti, Jacopo Corti, Herman Paolo Dellafiore, Alessandro Di Martino, Andrea Filippeschi, Cristiano Francomacaro, Alessio Gambirasio, Alessandro Guerrera, Julio Brian Gutierrez Gonzalez, Antonio Lomuscio, Bruno Loureiro Batista, Saby Mainolfi, Andrea Malgrati, Alessio Martino, Leonardo Massai, Marco Montresor, Ruben Ariel Olivera Da Rosa, Gian Marco Ortolani, Francesco Pagni, Manuel Pasqual, Manolo Pestrin, Mario Petrosino, Luca Piazzi, Antonio Piccolo, Valerio Pignataro, Danilo Scalise, Evans Soligo, Luca Sordi, Matteo Spaghetti, Pierfederico Trifoni, Lorenzo Vivarelli e Gianpietro Zecchin.

Fonte Sito FIGC

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento