Gli allievi del Master UEFA Pro a lezione dal Brighton. De Zerbi: “Sempre un piacere ospitare la Scuola Allenatori”

Gli allievi del Master UEFA Pro a lezione dal Brighton. De Zerbi: “Sempre un piacere ospitare la Scuola Allenatori”

Le sue idee calcistiche hanno varcato i nostri confini nazionali, superando la Manica e trovando numerosi apprezzamenti anche in Inghilterra, tra i ‘maestri del football’: dal settembre del 2022 Roberto De Zerbi è la guida tecnica del Brighton e negli ultimi due giorni ha ospitato i corsisti del Master allenatori di Coverciano nella sua nuova casa, nel centro sportivo dei ‘Seagulls’.

“È come sempre un vero piacere poter ospitare la scuola di Coverciano e poter parlare con voi di calcio” ha esordito De Zerbi rivolgendosi agli allievi del corso UEFA Pro. Lo stesso allenatore del Brighton ha poi voluto sottolineare: “Il mio rammarico è che purtroppo non possa essere con noi in questi giorni il direttore Renzo Ulivieri. La Scuola Allenatori è stata davvero importante per me, per la formazione delle mie idee; soprattutto il corso UEFA A”.

Lunedì e martedì gli allievi del corso UEFA Pro – accompagnati dal segretario del Settore Tecnico, Paolo Piani, e dai docenti Mario Beretta e Ferretto Ferretti – sono stati ospiti nel centro sportivo del Brighton, visitando tutta la struttura, scoprendo anche l’organizzazione del settore giovanile e di quello femminile, e potendo poi vedere dal vivo due sedute di allenamento della prima squadra guidata da De Zerbi. Oltre a tutto questo, durante i due giorni nella casa dei ‘Seagulls’, i corsisti hanno potuto seguire lezioni a cura dello stesso De Zerbi – coadiuvato dal suo vice, Andrea Maldera, e dal suo collaboratore tecnico, Marcello Quinto – e a cura dei preparatori atletici del Brighton, Agostino Tibaudi, Marcattilio Marcattili e Vincenzo Teresa. L’academy manager, Ian Buckman, ha quindi mostrato come sia strutturato tutto il settore giovanile del club.

Il corso. Il corso UEFA Pro, il cosiddetto ‘Master’, rappresenta il massimo livello di formazione per un allenatore. Le lezioni durano una stagione calcistica, da settembre a giugno, e durante l’anno il programma didattico prevede diversi stage presso club italiani o stranieri, come in questo caso. Al termine delle lezioni, per ottenere la qualifica e poter così allenare qualsiasi squadra – comprese quelle di Serie A – gli allievi devono sostenere gli esami finali su tutte le materie e discutere la propria tesi.

Gli allievi. Sono molti i nomi noti del calcio italiano – e non solo – che sono stati ammessi a seguire il cosiddetto ‘Master’ per allenatori, a cominciare dal campione del mondo nel 2006, Alessandro Del Piero. Nella classe presenti anche il vicecampione d’Europa nel 2012, Ignazio Abate, e gli ex azzurri Andrea Dossena, Marco Parolo e Giampiero Pinzi, oltre a vecchie conoscenze del nostro massimo campionato come – solo per citarne alcuni – Ibrahim Ba, Cristian Ledesma, Guglielmo Stendardo e Simone Padoin (quest’ultimo è stato campione d’Europa nel 2003 con la Nazionale Under 19). Nella classe anche il tecnico della Nazionale femminile Under 17, Jacopo Leandri, e Matteo Cioffi, docente di Psicologia del Settore Tecnico.

L’elenco completo dei corsisti

Ignazio Abate, Ibrahim Ba, Dagoberto Carbone, Matteo Cioffi, Gianluca Colavitto, Mirko Cudini, Alessandro Del Piero, Andrea Dossena, Tonda Mateo Eckert, Giacomo Lazzini, Jacopo Leandri, Cristian Daniel Ledesma, Simone Padoin, Marco Parolo, Giampiero Pinzi, Mirko Savini, Giuseppe Scurto, Vlado Smit, Sergio Spalla e Guglielmo Stendardo.

Fonte Sito FIGC

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento