Addio a Walter Nicoletti: il docente del Settore Tecnico si è spento dopo una lunga malattia

Addio a Walter Nicoletti: il docente del Settore Tecnico si è spento dopo una lunga malattia

Se ne è andato questa mattina, dopo una lunga battaglia contro la malattia, Walter Nicoletti.

Romagnolo, nato a Santarcangelo nel 1952, Walter è stato un allenatore professionista e un docente del Settore Tecnico.

“Un grande conoscitore di calcio” come viene dipinto nei corridoi di Coverciano da chi lo conosceva a fondo, ma soprattutto “una persona dotata delle migliori qualità umane. Un uomo per bene, che chiunque avrebbe voluto averlo al suo fianco come amico”. Un allenatore appassionato, apprezzato dai corsisti che hanno avuto il piacere e l’onore di seguire le sue lezioni.

Dopo essersi abilitato a soli 25 anni come ‘Allenatore di terza categoria’, Nicoletti ha perfezionato il proprio percorso di formazione da tecnico ottenendo la qualifica di allenatore professionista nel 1984 e seguendo il cosiddetto ‘Master’ di Coverciano nel ‘91/’92. Durante la sua carriera quasi trentennale in panchina ha guidato – tra le altre – Empoli, Trapani, Gualdo, Spezia, Lucchese, Spal e San Marino, oltre ad aver allenato Taranto, Pisa, Cesena e Pistoiese in Serie B.

Conclusa nel 2007 la sua carriera da tecnico, ha iniziato a formare i futuri Mister, diventando docente di ‘Tecnica e tattica calcistica’ ai corsi periferici per allenatore. La sua passione per il calcio non si è mai interrotta, neppure nei periodi più bui della malattia, tanto che negli scorsi giorni era ancora in cattedra come docente del Settore.

Walter lascia un enorme vuoto in chi abbia avuto il piacere di relazionarsi con lui come collega, giocatore o allievo, per la sua passione e per le sue conoscenze, ma soprattutto per il suo valore umano. Alla sua famiglia vanno le più sentire condoglianze da parte di tutto il Settore Tecnico della FIGC.

L’immagine di copertina è dell’archivio fotografico AIAC, l’Associazione Italiana Allenatori Calcio di cui Walter Nicoletti era Consigliere nazionale

Fonte Sito FIGC

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento